TAGLIANDO MOTO: QUANDO FARLO

TAGLIANDO MOTO: QUANDO FARLO

Una guida sul tagliando moto: quando si rende necessario, cosa c'è bisogno di fare e quanto costa. Tutto quel che devi sapere per prenderti cura della tua moto e scooter.

La vita di ogni veicolo a motore è segnata da intervalli di manutenzione ordinaria, per assicurare che tutti gli organi facciano il loro dovere e diminuire il rischio di brutte sorprese. I tagliandi moto sono un argomento al quale ogni attento e scrupoloso motociclista dovrebbe fare attenzione: vanno eseguiti ad intervalli di tempo o chilometraggio regolari e possono essere fatti affidandosi ad un’officina autorizzata. Vediamo però ogni quanto bisogna farli.

Ogni moto ha un intervallo regolare dopo il quale si rende necessario un tagliando. Poichè i motori sono diversi, così come tutto il resto della componentistica, ogni brand motociclistico pone un intervallo diverso per il controllo periodico. Quantizzando questo intervallo in termini di tempo possiamo accomunare tutti, perchè ogni costruttore raccomanda un tagliando ogni due anni, mentre quantizzandolo in termini di chilometraggio partiamo dai 10.000 km per le moto con il motore più delicato (e sportivo) fino ai 30.000 km per le moto da turismo, progettate per macinare chilometri su chilometri. Ovviamente si deve fare affidamento al primo che viene raggiunto: se non viene raggiunta la soglia di km necessari, fanno fede i due anni dall’ultimo intervento, mentre se la si raggiunge fa fede quest’ultima.

Più la moto invecchia, più macina chilometri, più i tagliandi da eseguire andranno a toccare degli organi importanti che si usurano con il tempo. Questo comporta una diversificazione dei tagliandi, che quindi altro non sono che un percorso completo e meticoloso che permette un controllo del motore dalla A alla Z. I primi tagliandi comprenderanno quasi esclusivamente il cambio dell’olio motore e di eventuali liquidi come il liquido freni ed il liquido radiatore, ma a chilometraggi importanti bisogna iniziare a cambiare il gruppo trasmissione (catena, corona e pignone) oltre che, ad esempio, controllare o sostituire la cinghia/catena di distribuzione.

Proprio in virtù della differenza di interventi il costo può variare anche notevolmente tra un tagliando e l’altro.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Registrati alla nostra newsletter per ricevere le nostre offerte e novità.


Consulta il Regolamento UE 679/2016 (GDPR) in materia di Privacy.